E-commerce: 8 tecniche Seo per una scheda prodotto efficace

E-commerce: 8 tecniche Seo per una scheda prodotto efficace

Molti pensano che basta inserire centinaia o migliaia di articoli all’interno del proprio e-commerce per avere visibilità e successo, senza testare la scheda prodotto e vedere come converte.

In realtà è un grosso errore sottovalutare l’ottimizzazione della scheda prodotto, cioè come si presenta il tuo negozio online verso i potenziali acquirenti. Tu compreresti in un negozio che ha la vetrina tutta in disordine? Che idea ti faresti dei gestori del negozio?

Online vale lo stesso principio, accentuato ancora di più dalla velocità con cui corrono le notizie in rete.

Le schede prodotto rivestono un’importanza fondamentale per un e-commerce, ecco alcuni suggerimenti utili per renderle efficaci, in modo che incontrino i gusti delle persone, i potenziali clienti, che devono trovare tutte le informazioni che stanno cercando, e siano premiate da Google in termini di visibilità nei suoi risultati di ricerca.

1. La tua vetrina online

Online non c’è un personale addetto che ti può spiegare le caratteristiche della merce in vendita, sei tu con la descrizione della tua scheda a invogliare o meno la persona ad acquistare. E’ per questo che una scheda prodotto deve catturare l’attenzione degli utenti, deve proporre tutto ciò che serve sapere, intercettando le preferenze delle persone :

  • nome prodotto
  • marca, modello, colore
  • codice prodotto
  • descrizione dettagliata delle caratteristiche, puntando magari proprio su quei particolari tralasciati dalla concorrenza
  • schede tecniche, molto utili per intercettare quegli utenti che cercano le informazioni in esse contenute prima di acquistare
  • numero di telefono,mail o chat ben in vista per agevolare l’utente nel caso in cui volesse richiedere maggiori informazioni.

2. Keywords

Inserisci il nome del prodotto e quindi le keyword strategiche, ad esempio il marchio se molto conosciuto, nel Title della scheda, nel tag H1, nell’Alt Title dell’immagine, nel corpo del testo e nell’Url della pagina. Un url privo di stringhe di codice ma con le keyword renderà lo snippet più comprensibile, più accattivante e quindi più cliccabile da parte dell’utente nei risultati di ricerca.

3. Longtail

Inserisci all’interno del testo anche keyword correlate di longtail, cioè più lunghe e più specifiche, che se anche meno concorrenziali possono convertire meglio rispetto a quelle più competitive. Ad esempio keyword del tipo: “gadget promozionali personalizzati per aziende”, o “doccia solare da giardino in acciaio” e corredarle con parole cercate tipo “spedizione compresa nel prezzo” e via discorrendo. Tutto questo naturalmente presume una ricerca in rete del settore merceologico per capire cosa la gente cerca in merito ai prodotti che vogliamo vendere online.

4. Immagini

Arricchisci la scheda con belle immagini originali ad alta risoluzione e video che esaltano i dettagli del prodotto anche da diverse prospettive. L’utente sarà più invogliato ad acquistare, perché l’oggetto è visibile in tutte le sue caratteristiche, avrà quasi la sensazione di toccarlo con mano, proprio come in un negozio fisico.

5. Contenuti

Google penalizza i contenuti duplicati e un grosso problema comune agli e-commerce è quello di avere tantissime schede prodotto tutte uguali, perché di un articolo può cambiare la lunghezza, il diametro, la taglia o il colore. Cosa fare per non incappare in una penalizzazione algoritmica?Le schede prodotto vanno diversificate il più possibile con contenuti unici e di qualità, non è facile creare contenuti diversi per migliaia di articoli.Una tecnica Seo preziosa per diversificare i contenuti dell’e-commerce è quella di dare la possibilità agli utenti di lasciare delle opinioni, delle recensioni sui prodotti. In questo modo il sito si arricchisce di contenuti sempre diversi e offriamo ai potenziali acquirenti dei feedback utili sui nostri prodotti. Considera che le recensioni sono quasi la cosa più letta dalle persone prima di acquistare un determinato prodotto, l’esperienza di acquisto degli altri ha un’influenza decisiva se stiamo per acquistare qualcosa, e allora perché non sfruttarle per far convertire meglio il nostro e-commerce?

6. User-friendly

La scheda prodotto deve essere user-friendly, cioè deve essere a misura dell’utente e dei suoi gusti. Una scheda prodotto esaustiva , con le informazioni che l’utente sta cercando, di qualità viene premiata da Google, che valuta il tempo di permanenza sulla scheda da parte degli utenti e la frequenza di rimbalzo. Migliori saranno questi 2 fattori e maggiore visibilità avrà la tua scheda sui risultati di ricerca, con un tasso di conversione più elevato.

7. Social

Non sottovalutare l’interazione social con il tuo e-commerce, inserisci nelle pagine generiche e nelle schede prodotto i bottoni di condivisione social. Presidia i tuoi canali social, non trascurarli, per via che accrescano l’indicizzazione dei tuoi contenuti devi coccolare i tuoi fan, stimolarli a condividere, commentare, invogliare a parlare del tuo brand.

8. Monitoraggio

Monitora con Google Analytics le tue schede prodotto, controllane il traffico, lo snippet, le query per cui sei trovato su Google, testa i tuoi contenuti e aggiornali sulla base delle ricerche che gli utenti fanno in rete.

 

Hai altri suggerimenti da dare? La tua opinione è importante, scrivila nei commenti qui sotto.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *